Barocco

Oro. Colori. Movimento.

Tutto ti avvolge e crea una vertigine. Possibile che in una città come questa, un porto, una città mercantile, dove la pietra domina maestosa, entri in un palazzo, in una chiesa e un capogiro ti assale?

Ebbrezza, stordimento, ma come?

Luoghi nascosti di una Genova privata, di una Genova ricca e letterata sono oggi a disposizione di tutti.

Statue, affreschi, stucchi magnifici, girano attorno alla stanza come in un ballo incalzante. I musici si affacciano dalla balaustre dipinte, figure bizzarre e buffe fanno capolino per dare un’occhiata a chi sta di sotto.

I soggetti sono trionfali, gli antenati schierati sulle pareti sono austeri, eleganti nelle loro armature romane, celebrano l’antichità della famiglia, le sue radici lontane e ben consolidate nella storia genovese.

Si narra il paganesimo, a volte modello di virtù, a volte di vizi, e si scoprono i corpi, in un succedersi di forme e movimenti. La natura è presente, piante e alberi vigorosi sono rappresentati in modo simbolico e in modo naturale in giardini reali o solo immaginari. Gli animali sono amici, fanno compagnia, oppure sono esotici e ci rimandano a terre lontane per indicare le ardite scoperte degli intrepidi Genovesi.

Dame eleganti vestite di seta e velluti si mostrano in società. Sfoggiano gioielli preziosi e i loro abiti sono arricchiti da ricami pretenziosi. Attendono l’invito ad un ballo, si ammirano negli specchi delle gallerie sontuose e illuminate da sfavillanti candelabri.

Genova è florida, elegante, sfarzosa. I padroni di casa ci mostrano il loro mondo attraverso le case, gli oggetti di vita quotidiana, i documenti della famiglia.

I ritratti appesi nelle camere e nei salotti ci legano a loro e ci raccontano della loro esistenza, delle loro ambizioni, aspirazioni e battaglie personali.

Bambini biondi e paffuti, omoni panciuti e giovanotti coi baffoni, signore truci e bruttocce dipinte da Rubens e Van Dyck. Gli affari dei Genovesi si muovono nel Mediterraneo e nell’Europa Continentale. Ricche collezioni di arte fiamminga abbelliscono i salotti e i musei.

Nelle chiese si articola una galleria infinita di capolavori italiani e stranieri. Organi magnifici risuonano ancora oggi per celebrare la fede.

Genova segreta che si rivela in un aspetto poco noto, tesori artistici di alto livello dissimulati da facciate ed esterni semplici e sobri.

 

Hello Genoa

"Fate che il vostro spirito avventuroso vi porti sempre ad andare avanti per scoprire il mondo che vi circonda con le sue stranezze e le sue meraviglie. Scoprirlo significherà, per voi, amarlo."

Kahlil Gibran

Contatti

 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  +39 373 8734085

 

 

Genova - More than this